SIAMO APERTI

LUN-SAB
CENTRO 9.30-21.30
INTERSPAR 8.30-21.30
BAR 8.30-21.30
DOM
CENTRO 10.00-20.30
INTERSPAR 9.00-20.30
BAR 9.00-20.30
AREA BIMBI

Aperto dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.30
Sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.30

OLÉ, VIN BRULÉ!

Caldo e speziato, questo cocktail natalizio sarà la vostra coccola invernale preferita!

Era il 25 a.C quando il patrizio (e barman d’altri tempi) Marco Gavio Apicio, per porre rimedio all’inverno gelido e per preservare la sua salute cagionevole, preparò il primo conditum paradoxum. Dopo poco tempo, questa dolcissima panacea a base di vino, zafferano e datteri, conquistò le matrone più alla moda dell’Antica Roma, tanto da sbarazzarsi della sua fama di mera bevanda medicinale.
Dopo qualche tempo, più precisamente nel Medioevo, il conditum paradoxum cambiò nome, ma non certo sostanza: i vinattieri e gli speziali, che lo rinominarono ‘ippocrasso’, ne custodivano gelosamente la miscela di ingredienti, tramandandola di generazione in generazione.
In verità, la bevanda che noi tutti conosciamo deve molto ai Paesi del Nord Europa, nei quali venne effettivamente codificata. Infatti, furono proprio gli abitanti di queste zone che, per scaldarsi durante le giornate di lavoro più gelide, gettarono giù la ricetta del tanto amato vin brulè. Non è un caso, dunque, che il periodo prediletto per gustare il vin brulè sia proprio il bianchissimo e freddissimo Natale!
Ma come si prepara questa deliziosa bevanda?
Iniziate mescolando in una pentola le scorze degli agrumi, lo zucchero e le spezie: cannella, cardamomo e chiodi di garofano sono particolarmente indicati.
Dopodiché, aggiungete il vino rosso e portate il composto ad ebollizione, mescolandolo lentamente fino a farlo cuocere per 20 minuti. Ricordate di filtrare il vostro vin brulè con un colino e di versarlo in dei bicchieri resistenti al calore, in modo da evitare fastidiose scottature.
Infine, la parte più divertente: bevetelo tutto!

Condividi con tutti i trend del momento!

Condividi su